SITO IN COSTRUZIONE

alcune pagine potranno essere visualizzate non correttamente o potrebbero presentare errori.  Ci scusiamo per il disagio, il sito verrà ultimato a breve. Per informazioni visita la sessione CONTATTI

Ultime Notizie:

Incendi boschivi, prorogato al 30 settembre il divieto di abbruciamento
FIRENZE - E' stato posticipato al 30 settembre il periodo a rischio per lo sviluppo di incendi
boschivi e il conseguente divieto assoluto di abbruciamento
Proroga periodo a rischio incendi boschivi
Regione Toscana nella giornata odierna ha emesso un decreto proroga del periodo a rischio per lo sviluppo di incendi boschivi su tutto il territorio regionale fino al 15 Settembre
Incendio lungo viale Pertini: decisivo l'intervento dei volontari de La Racchetta
Sul posto anche carabinieri, polizia locale e vigili del fuoco: il grazie del sindaco Roberto Ciappi



SAN CASCIANO - Ancora un incendio
La Racchetta Onlus in soccorso della popolazione aretina
Dalle prime luci dell'alba, 20 squadre per un totale di 60 volontari, 20 idrovore grandi e piccole, 18 tsk con moduli antincendio impiegati per lavaggio strade


Collaboriamo con:

Collegamenti ai siti con cui collaboriamo

CVT
Il coordinamento CVT raccoglie la quasi totalità delle Associazioni di volontariato che fanno antincendi boschivi in Toscana.
Regione Toscana
La Racchetta fa parte del servizio regionale antincendio, per visualizzare maggiori dettagli visita il sito della Regione Toscana


Intervento squadre Racchetta durante l’allerta meteo del 17

Domenica 11 novembre 2019, numerose squadre de La Racchetta sono state impegnate, in tutta la Toscana, in interventi dovuti alle intense piogge e dagli alti livelli raggiunti dai corsi d’acqua. In particolare, si sono svolte operazioni di monitoraggio dei fiumi, taglio alberi, chiusure di strade, risoluzione di frane e dissesti causati dalla pioggia caduta ed infine svuotamenti di scantinati, cantine e garage nei propri comuni di competenza.

In totale La Racchetta ha messo a disposizione più di 50 squadre e 140 volontari attrezzati di idrovore, generatori, moduli tsk e attrezzi manuali.

 

 

Tutte le 30 sezioni regionali sono state impegnate duramente nell’emergenza maltempo che ha colpito la Toscana. Si e’ cominciato Al mattino di Sabato con la preparazione di mezzi e attrezzature in previsione dell’annunciato arrivo della forte perturbazione che ci ha interessato. Nel pomeriggio in seguito all’allerta arancione i vari referenti delle sezioni si sono recati nelle sale operative di comuni, unione dei comuni o province, per l’apertura dei COC di gestione emergenza e subito con le prime piogge del tardo pomeriggio sono cominciati i problemi dovuti al terreno ormai saturo che non ha potuto drenare l’acqua che cadeva dal cielo. Il reticolo idrico della Maremma e’ stato il primo ad entrare in crisi e squadre Racchetta sono state impegnate nella chiusura strade, rimozione detriti e piccoli smottamenti. Il momento piu’ delicato, il salvataggio di marito e moglie in dolce attesa bloccati nel sottopasso ferroviario del Chiarone a Capalbio con la loro macchina. Numerose le piante abbattute dalle forte raffiche di scirocco e rimosse con ausilio di motoseghe e apposite squadre anche in zona Grosseto. Sempre durante la notte volontari del senese e aretino sono stati impegnati in servizi analoghi nelle zone di competenza. Al mattino della domenica, la grande quantita’ di acqua caduta in nottata e’ arrivata ai fiumi piu’ grandi con attivazione dei servizi di piena su Arno e Ombrone e la contemporanea gestione delle emergenze locali in tutte le sezioni. Sono state impiegate quasi tutte le idrovore, le elettropompe e i gruppi elettronici in soccorso di famiglie e imprese allagate anche a causa del rigurgito del sistema fognario generale dovuto al fatto che l’alto livello dei fiumi impediva il normale defluire delle acque piovane. Nel fiorentino squadre racchetta sono intervenute per liberare molti sottopassi il cui allagamento creava problemi di congestione del traffico mentre nel pisano molti volontari oltre che nel servizio di piena, sono stati impiegati nel montaggio delle paratie sulle spallette cittadine dell’Arno. Complessivamente 54 squadre con 140 volontari sono stati impiegati nelle prime 36 ore dell’emergenza, Attualmente con la situazione di allerta rossa in corso, La Racchetta sta’ concentrando personale nelle zone del valdarno inferiore e della maremma grossetana e gestira’ con piu’ calma gli interventi relativi a svuotamento scantinati e garage con riduzione delle squadre in attivita’ nel fiorentino e aretino per dare un po’ di riposo in preparazione della nuova allerta meteo prevista per Lunedi.

Monte Serra, un anno dopo [VIDEO]

La Racchetta in occasione della commemorazione dell’incendio che ha colpito il Monte Serra il 24 Settembre 2019 ha realizzato un video per raccontare tutte le fasi dell’incendio.

Perché un video ricordo di Calci?
Perché è il primo incendio in Toscana ad avere le caratteristiche degli incendi distruttivi che da alcuni anni vediamo scoppiare in altri stati europei con forte impatto su beni civili ed umani.
Perché questo evento funziona da spartiacque rispetto a come venivano gestiti i grandi incendi in passato.
La grande impressione che ha suscitato nei media ha fatto comprendere che non basta più avere grande numero di mezzi aerei o tecnici ma occorre cambiare mentalità e dedicare più tempo a progettare strumenti di prevenzione adeguati a questo tipo di incendi. Nel video vedrete le prime fasi, sentirete le reazioni di chi si è trovato di fronte ad un mostro imprevedibile, capirete cosa il sistema regionale ha fatto per contrastarlo e per recuperare le zone devastate. Lo sforzo dei volontari e la loro capacità di muoversi comunque senza rischiare nulla per aiutare il prossimo e difendere un bene che appartiene a tutti.

Log In or Sign Up to View

See posts, photos and more on Facebook.

Si ringrazia:

  • Massimiliano Ghimenti Sindaco del Comune di Calci
  • Luca Tonarelli e Enrico Magnani responsabili Scuola Addestramento Incendi Boschivi La Pineta
  • Gabriele Salvadori presidente Coordinamento Volontariato Toscana
  • Federico Delle Sedie responsabile G.V.A. Calci
  • Piercarlo De Victoriis responsabile La Racchetta Onlus Sezione Cascina
  • Simone Cantagalli responsabile ufficio stampa La Racchetta

Un video realizzato da La Racchetta Onlus, video e montaggio di Gianluca Rossi, Alessandro Colucci e Niccolò Gori

Tutti i contenuti (testi, immagini, grafica, layout ecc.) presenti di questo sito Internet 
www.laracchetta.eu appartengono ai rispettivi proprietari. La grafica, foto, video ed i 
contenuti, ove non diversamente specificato, appartengono a La Racchetta Onlus. Testi, foto, 
grafica, materiali inseriti nel portale non potranno essere pubblicati, riscritti, 
commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte degli utenti e dei terzi in 
genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma salvo condivisione link a questa pagina o 
preventiva autorizzazione da parte dei responsabili de La Racchetta Onlus. I contenuti offerti
da questo portale sono redatti con la massima cura/diligenza, e sottoposti ad un accurato 
controllo. La Racchetta Onlus tuttavia, declina ogni responsabilità, diretta e indiretta, nei
confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo, per eventuali imprecisioni, errori, 
omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai 
suddetti contenuti.

Copyright © 2019 Tutti i diritti riservati.

Incendi boschivi, prorogato al 30 settembre il divieto di abbruciamento

FIRENZE – E’ stato posticipato al 30 settembre il periodo a rischio per lo sviluppo di incendi
boschivi e il conseguente divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali su
tutto il territorio regionale.
La proroga di ulteriori quindici giorni si è resa necessaria a causa del previsto mantenimento, per
tutto il mese di settembre, di condizioni meteo stabili. Il Consorzio LaMMA fornisce indicazioni sul
probabile instaurarsi di un periodo di alta pressione, con bassa probabilità di pioggia, fino a fine
settembre e con temperature superiori alla norma almeno fino al 20 del mese.
Oltre al divieto di abbruciamento di residui vegetali, nel periodo a rischio il regolamento forestale
della Regione Toscana vieta qualsiasi accensione di fuochi in bosco, ad esclusione della cottura di
cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all’interno delle aree attrezzate.
La mancata osservanza delle norme di prevenzione comporta l’applicazione di pesanti sanzioni
previste dalle disposizioni in materia.
Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle prescrizioni della normativa per scongiurare il
rischio di innesco di incendi e per evitare di incorrere in sanzioni.
I cittadini sono invitati a segnalare tempestivamente eventuali focolai al numero verde della Sala
operativa regionale 800 425 425

Fonte:http://www.toscana-notizie.it/-/incendi-boschivi-prorogato-al-30-settembre-il-divieto-di-abbruciamento